GLI OLI ESSENZIALI CHE PURIFICANO

Impariamo dalle piante che li usano per difendersi dai loro nemici  

Mai come in questi ultimi mesi, abbiamo imparato ad apprezzare la nostra casa, come luogo dove potersi rifugiare. Prima della drammatica pandemia, che porta il nome di “coronavirus”, abbiamo forse dato troppo per scontato alcune cose: il calore del letto che ci accoglie ogni notte, il piacere di un bagno caldo, la gioia di riposare su un divano e di giocare sul pavimento con i bambini o il nostro amico a quattro zampe.

Ma vivere tante ore in casa vuol dire anche doversene prendere particolare cura, per mantenere gli ambienti puliti, freschi e sani.

Aprire le finestre per arieggiare gli ambienti rappresenta la strategia migliore, per allontanare gli agenti inquinanti, ma in alcuni casi si può anche chiedere un aiuto alla natura.

 

LE ESSENZE AMICHE DELL’UOMO

Si tratta degli oli essenziali (OE), una miscela di molecole prodotte dalle piante, che noi percepiamo come aromi intensi e gradevoli.

Gli oli essenziali sono liquidi ed evaporano facilmente, diffondendo nell’aria.

Queste sostanze svolgono diverse funzioni nella pianta, volte in particolare a garantirne la sopravvivenza.

Essi attraggono gli insetti impollinatori, promuovono la riparazione dei tessuti lesionati, proteggono la pianta dall’aggressione degli animali e dagli attacchi di insetti e microrganismi.

Quest’ultimo aspetto ebbe una sua conferma, anche in ambito umano, in tempi relativamente recenti. Furono, infatti, il chimico francese Gattefosse e il medico francese Jean Valnet, nella prima metà del secolo scorso, a utilizzare gli oli essenziali per trattare le ferite infette riportate dai soldati durante la Seconda Guerra Mondiale.

 

COME DEPURARE E PROFUMARE LA CASA

È una caratteristica di molti oli essenziali quella di riuscire a debellare virus, batteri, funghi, parassiti e di stimolare le naturali difese dell’organismo.

Di seguito ne descriveremo solo alcuni dei più noti e che meglio si prestano alla purificazione degli ambienti domestici.

  • Tea Tree (Melaleuca alternifolia), pianta originaria dell’Australia con foglie aghiformi il cui olio essenziale è dotato di proprietà antivirale, battericida, fungicida, cicatrizzante, parassiticida, immunostimolante;
  • Limone (Citrus limon), piccolo albero sempreverde coltivato in tutto il mondo il cui olio essenziale si ottiene dalla parte esterna della buccia dei frutti. 
    Le sue principali proprietà sono antisettico, febbrifugo, astringente, depurativo, stimolante, tonico immunitario, vermifugo, cicatrizzante;
  • Timo (Thymus vulgaris), originario dell’Europa meridionale, è una pianta cespugliosa molto ramificata. L’olio essenziale si estrae dalle foglie e dalle estremità fiorite. Le principali azioni attribuite al timo sono antielmintico, antimicrobico, antiossidante, antisettico, stimolante immunitario, tonico, battericida, balsamico;
  • Lemongrass (Cymbopogon flexuosus), pianta erbacea perenne originaria delle Indie Orientali. L’olio essenziale di questa pianta dal profumo limonato ed erboso si ottiene dalle foglie. Le sue principali proprietà sono deodorante e insetticida.

 

PURIFICARE UN AMBIENTE

Una semplice ricetta per purificare la casa o per disinfettare la stanza di un malato, mediante diffusore di essenze, consiste nel miscelare 5 gtt di limone con 1 goccia di tea tree e 1 goccia di timo.

Se, invece, sono gli odori di sigaretta, di cibo, della cuccia del cane e della lettiera del gatto i più fastidiosi si può ricorrere al Lemongrass nella misura di 5 gocce in un diffusore, donando una piacevole e persistente freschezza agli ambienti. 

 

GLI SPRAY

Se non possediamo un diffusore è possibile ricorrere alle vaschette d’acqua per caloriferi o a specifici preparati in spray, formulati con un mix di oli essenziali e alcol.

Questi prodotti possono essere impiegati 1-2 volte al giorno con l’accorgimento di orientare l’erogatore in alto e verso i quattro angoli della stanza.

Dopo avere spruzzato la miscela, la si lascia agire per circa 30 minuti e poi si procede ad aerare il locale.

Alcuni di questi spray possono essere impiegati anche sui tessuti, come descritto dalle aziende produttrici.

In entrambi i casi, durante il processo di purificazione è consigliato l’allontanamento dalla stanza.