Superfood contro il freddo e non solo…

I superfood sono alimenti che hanno al loro interno una quantità elevatissima di micronutrienti rispetto ai cibi tradizionali. I primi freddi portano con sé alcuni malanni di stagione e questi alimenti, se si assumono regolarmente, rinforzano le difese immunitarie e hanno il potere di prevenire raffreddori e influenze. Ma di cosa si tratta esattamente?


I benefici

I superfood incrementano il livello di energia del nostro corpo, depurano l’organismo dalle tossine e migliorano la salute, dando una sferzata di benessere psicofisico. Nutrire il corpo con alcuni alimenti può aiutare a mantenere in forma e in ottimo stato l’intero sistema immunitario. La regola da tenere a mente è semplice: seguire una dieta bilanciata, prestare attenzione alle porzioni e alle assunzioni giornaliere consigliate, in modo da non assumere troppe quantità di una sola vitamina o, al contrario, non assumerla per niente.


Gli alimenti per contrastare il freddo

Combattere il freddo a tavola è possibile, con i cibi giusti. Quando le temperature sono basse, oltre a coprirsi bene e a mantenere l’ambiente caldo, si possono scegliere piatti adeguati per sentire meno freddo. Una dieta equilibrata è particolarmente utile d’inverno, sia per ristorarsi che per fronteggiare gli effetti negativi del gelo. Ecco alcuni alimenti indicati allo scopo.
• Verdure di stagione: ottime soluzioni naturali in questo caso si rivelano carote, cicoria, broccoli, spinaci, ma anche ravanelli, zucca e zucchine, tutti alimenti ricchi di vitamine e sali minerali.
• Agrumi: ricchi di vitamina C, questi frutti consentono di rinforzare le difese immunitarie e aiutare l’organismo a difendersi dai possibili attacchi esterni.
• Legumi: l’apporto di ferro garantito da alimenti come i fagioli e le lenticchie aiuta a sentire meno il freddo e la stanchezza. Una possibilità interessante è utilizzarli per la preparazione di zuppe calde, che uniranno all’apporto di proteine e minerali anche una piacevole sensazione di calore.
• Yogurt: i fermenti lattici vivi presenti al suo interno aiutano a mantenere in equilibrio la flora batterica intestinale, a tutto vantaggio del sistema immunitario, che ne risulterà rinforzato e pronto a difendere l’organismo da virus e altre minacce esterne.
• Cioccolato fondente: ottima fonte di energie per rispondere alle maggiori richieste dell’organismo in caso di freddo, molto utili si rivelano anche il suo contenuto di magnesio e di caffeina contro la stanchezza.
• Zenzero: facilita le funzioni digestive agendo, inoltre, come antispasmodico riequilibrando la flora batterica. Quest’ultima azione va a tutto vantaggio del sistema immunitario, messo a dura prova durante i periodi freddi. Contrasta l’affaticamento ed è utile contro raffreddore e influenza.
• Frutta secca col guscio: noci e mandorle sono due ottime soluzioni durante i periodi freddi, sia per l’apporto energetico che per il loro contenuti di Omega 3, oltre che di minerali e vitamina E.
• Tè: molteplici sono le possibilità offerte da questa soluzione naturale, a cominciare dalla varietà a disposizione: dal tè bianco al tè verde, passando per il Pu-erh (con doppia fermentazione). Questi rimedi sollecitano il sistema immunitario e, allo stesso tempo, garantiscono ulteriori proprietà benefiche. Ad esempio, il tè verde stimola il metabolismo e combatte le infiammazioni, mentre il Pu-erh è molto apprezzato contro il colesterolo cattivo. Infine, i frutti rossi (mirtilli, more e lamponi) sono ricchissimi di antiossidanti che aiutano a prevenire alcune patologie gravi, come i tumori e le cardiopatie coronariche.


Come combattere raffreddore e influenza

In caso di infezione, potenziare il microambiente intestinale potrebbe rivelarsi benefico per la salute. È proprio questo che fanno gli alimenti fermentati. Kefir, kombucha e verdure fermentate sono colmi di batteri benefici e potenti che migliorano la flora intestinale.
• Kombucha: per centinaia di anni quella del tè kombucha è rimasta una formula segreta per gli “addetti ai lavori”, un vero e proprio salvavita sconosciuto. È ricco di acido glucuronico, che svolge un ruolo in uno dei più importanti processi di detossificazione del corpo.
• Camu camu: la bacca di camu camu è considerata il frutto della terra più ricco di vitamina C, trenta volte quello di un’arancia! Rappresenta un alimento ideale per rafforzare il sistema immunitario ed è consigliato per combattere raffreddori e carenze di vitamina C.
• Antinfiammatori naturali: diverse piante medicinali esercitano un’azione antinfiammatoria. Alcune stimolano le ghiandole surrenali a produrre più cortisone, che circola così in abbondanza nel sangue ed esercita il suo effetto antinfiammatorio in tutto il corpo. Altre possiedono sostanze che bloccano o frenano direttamente l’infiammazione.
• Pino silvestre (Pinus sylvestris): stimolante delle ghiandole surrenali, antinfiammatorio e antinfettivo, esercita un’azione sulle vie respiratorie, contrastando sinusite, bronchite, asma, raffreddore allergico e rinofaringite. Per le proprietà terapeutiche si utilizzano gli aghi giovani e le gemme. Si consuma sotto forma di infuso, tintura madre, olio essenziale e capsule. È controindicato in caso di ipertensione, nervosismo e debolezza renale.
• Menta (Mentha piperita): agisce a livello di polmoni e di fegato, associando alla sua azione antinfluenzale proprietà digestive. Secondo la medicina ayurvedica, per le infezioni delle vie respiratorie occorre assumere l’equivalente di tre capsule di menta tre volte al giorno, ossia nove capsule. Utilizzo: si rimuove l’involucro della capsula e si mescola la polvere a mezzo cucchiaino di miele.
Si raccomanda, infine, di bere molta acqua, così da facilitare l’espulsione, da parte dell’organismo, delle tossine presenti nel sangue e di consultare il proprio medico curante per escludere eventuali possibili controindicazioni specifiche.


Integratori naturali per aiutare il sistema immunitario

Esistono vari tipi di integratori, ma quelli che servono a prevenire e rinforzare le nostre difese immunitarie sono, per lo più, a base di elementi naturali.
• Echinacea: è una pianta utile per la cura dei disturbi influenzali e del raffreddore.
• Acerola: è molto ricca di vitamina C ed esplica al meglio le sue proprietà come effetto preventivo e curativo, in caso di malattie infettive.
• Propoli: usata come antivirale e antibatterico naturale, la si può trovare in forma di spray, pastiglie o gocce.
• Curcuma: con proprietà antinfiammatorie, si può usare direttamente il rizoma oppure può essere utilizzata in polvere e in pastiglie.
• Aloe: dalle sue foglie può essere estratto il gel che possiede elevate proprietà curative.
• Miele: sciolto in tisane e tè, è molto utile come rimedio contro tosse e raffreddore.
Avere le difese immunitarie basse significa essere esposti più facilmente alle infezioni e alle malattie. Ecco perché è fondamentale non abbassare mai la guardia!


Dott.ssa Giorgia Natalini
Biologa Nutrizionista (Roma)

Testo raccolto da Chiara Solitario